Il Buccellato siciliano : il dolce natalizio siciliano per eccellenza

Buccellato Siciliano

Il “Buccellato Siciliano” è il dolce simbolo delle festività natalizie in Sicilia. Esso è costituito da una corona di pasta frolla dove all’interno ritroviamo un ripieno composta da fichi e frutta secca e candita arricchita dalla presenza di cioccolato fondente.

Le origini

Anticamente veniva preparato nei giorni della novena natalizia , giorni in cui le famiglie si riunivano e veniva offerto come dolce e inoltre data la sua forma a corona abbelliva le tavole come un centro tavola molto coreografico.
Le origini del Buccellato sembrerebbe che non siano siciliane ma bensì sembra provenire dalla città di Lucca dove ancor oggi esiste un dolce chiamato buccellato costituito da una pasta di pane arricchito da zucchero, uvetta e semi di anice. 
Ma il vero buccellato siciliano si ipotizza che nacque dalla contaminazione del buccellato lucchese, che arrivò in sicilia attraverso alcune famiglie lucchesi che risiedevano nell’antico quartiere della Loggia, con gli ingredienti di chiara origine araba come i fichi, mandorle, pistacchi e cannella. 

Il buccellato Siciliano oggi

Oggi oltre la classica forma a corona che solitamente viene realizzata in pasticceria, vengono anche realizzati in piccolo e vengono chiamati “Buccellatini” e si riconoscono poichè vengono ricoperti di glassa e di diavolini, ma il ripieno è identico a quelli a forma di corona.
Io ho voluto realizzare la versione da pasticceria quasi come una sfida personale e anche perchè ritengo che sia più bello da vedere e presentare.
Allora possiamo addentrarci nella sua preparazione seguendo la ricetta che di seguito vi riporto.

Ricetta originale del Buccellato Siciliano

Questà è la ricetta per realizzare un buccellato del peso di circa 2kg , avente diametro 30 cm. 

Ingredienti per

Pasta frolla
500 gr di farina 00
150 gr di zucchero
150 gr di strutto
1 uova
50 ml di latte
1 cucchiaio di miele
5 gr di ammoniaca per dolci
1 Fialetta di Essenza di vaniglia
un pizzico di sale
Il ripieno
500 gr di fichi secchi
250 gr di conserva di fichi
150 gr di cioccolato fondente
100 gr di mandorle tostate tritate
100 gr di scorze d’arancia
100 gr di zuccata a cubetti
75 gr di noci tostate tritate
50 gr di pistacchi
50 gr di uva passa
1/2 bicchiere di Marsala
1 cucchiaio di cannella
1 cucchiaino di chiodi di garofano tritati
Decorazione
Confettura di Albicocca
Granella di pistacchio
Ciliegie Candite
Arancia Candita

Procedimento per la pasta frolla

In una terrina amalgamate lo strutto, lo zucchero, il sale e la vanillina, il miele e successivamente aggiungete la farina, le uova, l’ammoniaca per dolci e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e consistente. Utilizzare il latte per ammorbidire l’impasto e dosarlo a secondo del bisogno.
Formate una palla, avvolgetela con una pellicola e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Preparazione del ripieno

Fate rinvenire i fichi secchi in acqua calda, scolarli e tritarli finemente al coltello.
Versate I fichi  in una pentola insieme a tutti gli altri ingredienti per il ripieno, tranne il  cioccolato. Mettere la pentola sul fuoco e mescolando il tutto lasciate andare per circa  5/10 minuti circa. Togliete dal fuoco e fare raffreddare, aggiungete ili cioccolato tritato grossolanamente e mescolate il tutto.

Realizzazione del buccellato

Stendete la pasta fino a raggiungere uno spessore di circa 5/8 mm e formate un rettangolo di lunghezza doppia rispetto alla larghezza. (60×30 cm per il buccellato in oggetto). Versate al centro della sfoglia il ripieno lasciando 2 cm di pasta senza condimento da entrambe le parti e chiudete formando un lungo rotolo. Rimuovete la pasta in eccesso con l’aiuto di un coltello.
Con le mani fate andare avanti e indietro il rotolo in modo da sagomare la pasta e il ripieno e renderlo compatto all’interno della pasta.

Unite le due estremità in modo da formare una ciambella , inserendo un’estremità nell’altra e con le mani sigillare le 2 estremità in modo che pasta risulti contigua.
Trasferite il buccellato su una teglia ricoperta con carta forno.

Incidete con una apposita pinzetta tutta la superficie del buccellato creando delle linee in rilievo e delle striature facendo in modo che si intraveda il ripieno.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti o fino a quando la pasta risulta dorata.

Decorazione Finale

Una volta cotto, spennellate il buccellato con un cucchiaio di conserva d’arancia o di albicocca sciolta con un po’ d’acqua, quindi rimettete in forno per altri 5 minuti. Trascorso questo tempo, guarnite il buccellato con la frutta candita o granella di pistacchio e lasciate raffreddare prima di servire.

Informazioni su Michelangelo 78 Articoli
Sono Michelangelo, non sopporto chi usa storpiare il mio nome, Classe 1973, sistemista Informatico fuggo dal mio lavoro molto rigido e schematico per tuffarmi nel mondo culinario dove con pillole di fantasia provo a raccontare i miei stati emozionali ! Partendo dal postulato che ogni piatto racconta una storia e da una storia può nascere un piatto, provo a raccontare la mia Sicilia attraverso i suoi tesori enogastronomici. Sono un curioso di natura, testardo e amo sperimentare personalmente i miei piatti cercando di rimanere nell’ambito della tradizione. Sono convinto che se si rivisita un piatto va chiamato in un altro modo poichè inizia un altra storia. Muovo i primi passi da Food blogger nel 2015, iniziando così per gioco , ma la passione ha preso il sopravvento trasformando il gioco in qualcosa di più serio, dando alla luce il progetto “Cibo e Leggende” , dove racconto le leggende e le storie legate al cibo e le mie esperienze in ambito food.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*