Biscotti Occhi di bue:una golosa crema di nocciole racchiusa in un cerchio

Gli “Occhi di bue” sono dei biscotti veloci da realizzare con un risultato finale molto di effetto.
Se volete coccolarvi un po’ non c’e niente di meglio degli “Occhi di bue” . Sono dei piccoli biscotti ideali per una merenda golosa o per iniziare una giornata piena di energia.
Se poi li fate con la “Crema di nocciola SaporApp” saranno un accoppiata vincente e sana per i vostri bambini.
Allora non perdiamo tempo!! vediamo come realizzarli.

Ingredienti per gli Occhi di Bue

Per la frolla
250 gr di farina 00 w180
150 gr Burro
100 gr Zucchero semolato
1 uovo
Scorza d’arancia

Per il riempimento
Crema di Nocciola SaporApp

Per la decorazione
Zucchero a velo

Preparazione Frolla

In una ciotola amalgamare il burro con lo zucchero fino a quando viene assorbito completamente. Potete utilizzare un frullino o la planetaria.

Suggerimento : il burro deve essere molto freddo e tagliato a piccoli quadrotti

Aggiungere l’uovo, gli aromi e infine la farina setacciata  ed impastare velocemente.

Suggerimento : meno la lavorate migliore sarà la frolla, non appena si compatta fermatevi

Realizzate una palla con la frolla ottenuta e avvolgetela in una pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per un’ora.

Preparazione degli Occhi di Bue

Uscite la frolla dal frigorifero lavoratela un pò e poi con l’aiuto di un mattarello spianate l’impasto a un spessore di circa mezzo centimetro.

Suggerimento : Spargete della farina sul piano di lavoro e non appena la frolla è piana anche sulla frolla in modo che utilizzando il mattarello non vi si incolli.

Con un coppa pasta circolare di diametro 6 cm ricavate tanti dischetti fino ad esaurimento della pasta frolla.
Riponete i dischetti in 2 teglie separate foderate di carta forno, ponendo metà dei dischetti su una teglia e l’altra metà sull’altra teglia.
Con l’aiuto di un coppa pasta di diametro di 3 cm praticate un foro sui dischetti di una delle due teglie descritte in precedenza, rimuovendo la frolla all’interno del dischetto, deve avere l’aspetto di un anello.
Infornate una teglia alla volta a 180° , forno statico, per circa 10 min

Suggerimento: la teglia che ha i dischetti bucati cuocerà più velocemente quindi controllate la cottura a 5 minuti e poi date 2 minuti alla volta fino a cottura

Assemblaggio occhio di bue

Una volta sfornati e lasciati raffreddare procediamo ad assemblare il biscotto:
Spolverate con dello zucchero a velo la teglia che contiene i dischetti bucati.
Prendiamo un dischetto pieno e distribuiamo con l’aiuto di un cucchiaio la crema di nocciola partendo dal centro fino a lasciare mezzo centimetro dal bordo. Adagiate il dischetto bucato sopra il dischetto con la crema facendo coincidere i bordi, rimuovete eventuale crema che fuoriesce dai lati.
Durante questa operazione fate attenzione a non far cadere lo zucchero a velo e pressate leggermente in modo da saldare le due metà.
Riponete ad asciugare i biscotti su una teglia.
Ripetete le precedenti operazioni fino a quando non terminate le coppie di biscotti.

Se vuoi un altra idea per dei biscotti semplici puoi vedere la ricetta dei Biscotti Excelsior  a questo link
Biscotti Excelsior : pasticcini al burro sinonimo di eccellenza di gusto

Informazioni su Michelangelo 80 Articoli
Sono Michelangelo, non sopporto chi usa storpiare il mio nome, Classe 1973, sistemista Informatico fuggo dal mio lavoro molto rigido e schematico per tuffarmi nel mondo culinario dove con pillole di fantasia provo a raccontare i miei stati emozionali ! Partendo dal postulato che ogni piatto racconta una storia e da una storia può nascere un piatto, provo a raccontare la mia Sicilia attraverso i suoi tesori enogastronomici. Sono un curioso di natura, testardo e amo sperimentare personalmente i miei piatti cercando di rimanere nell’ambito della tradizione. Sono convinto che se si rivisita un piatto va chiamato in un altro modo poichè inizia un altra storia. Muovo i primi passi da Food blogger nel 2015, iniziando così per gioco , ma la passione ha preso il sopravvento trasformando il gioco in qualcosa di più serio, dando alla luce il progetto “Cibo e Leggende” , dove racconto le leggende e le storie legate al cibo e le mie esperienze in ambito food.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*