Il settimo appuntamento con “Profumi e Sapori di Sicilia” su Cucina a Sud

Questo numero della rivista Cucina a Sud è dedicato ai “Compagni di Merende“. In questo numero ci sono le ricette originali e veloci di Elisabetta La Cerra che  si è sbizzarrita con forme e colori. Un intervista allo chef Gianni Mellone , chef presso “La casa Rossa” che si trova a pochi chilometri da Salerno,  e in esclusiva ci presenta le sue due proposte Gourmet.

Il nostro viaggio continua in Sardegna dove andiamo a scoprire tutti i segreti della Seada, un piatto di tradizione povera nato sulle tavole delle economie pastorali raccontato dalla Giornalista Carmen Autori.
Se in questo periodo avete voglia di un minestrone e non avete tempo per realizzarlo da zero potete seguire i consigli di Ida Paradiso nella rubric “Occhio al carrello”  che vi guiderà nella scelta del prodotto giusto per le vostre tavole.

Nelle Pagine dedicate al Parco nazionale del Cilento, si darà grande attenzione alla Dieta Mediterranea, ai prodotti di qualità e ad uno stile di vita sano ed equilibrato.
Nella rubrica “Cucina in Web” incontreremo il vulcanico Armando Ferraro. Ci sposteremo in Puglia guidati dalla bravissima Claudia Bonasi a conoscere i canyon del Sud. Insieme ad Arianna Bruno andiamo a scoprire i segreti della pietra ollare.
Con lo chef Domenico Capatano andiamo a scoprire i segreti della cucina vegana con la zuppetta zucca e fagioli.
Infine per la rubrica “Profumi e Sapori di Sicilia” all’interno di Cucina a Sud ritroviamo l’affascinate storia di “U Ficatu ri sette cannola” con la sua ricetta curata da me e dalla giornalista Stefania Battista.

Copertina di Cucina a Sud n.76U ficatu ri sette cannoli su Cucina a SudU ficatu ri sette cannoli su Cucina a Sud
Informazioni su Michelangelo 80 Articoli
Sono Michelangelo, non sopporto chi usa storpiare il mio nome, Classe 1973, sistemista Informatico fuggo dal mio lavoro molto rigido e schematico per tuffarmi nel mondo culinario dove con pillole di fantasia provo a raccontare i miei stati emozionali ! Partendo dal postulato che ogni piatto racconta una storia e da una storia può nascere un piatto, provo a raccontare la mia Sicilia attraverso i suoi tesori enogastronomici. Sono un curioso di natura, testardo e amo sperimentare personalmente i miei piatti cercando di rimanere nell’ambito della tradizione. Sono convinto che se si rivisita un piatto va chiamato in un altro modo poichè inizia un altra storia. Muovo i primi passi da Food blogger nel 2015, iniziando così per gioco , ma la passione ha preso il sopravvento trasformando il gioco in qualcosa di più serio, dando alla luce il progetto “Cibo e Leggende” , dove racconto le leggende e le storie legate al cibo e le mie esperienze in ambito food.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*